lunedì 17 dicembre 2012

gabbietta autocostruita per le erbe aromatiche e per semina/ zona1

..ovvero la battaglia contro possums ed uccelli e' appena cominciata!!


prototipo numero 1 (90cmx60x60circa) , per erbe e semina, vicino alla cucina..
legni recuperati, cardini smontati da vecchio guardaroba, ho dovuto comprare solo la rete metallica (e ne ho usato meno della meta' rotolo.), costo totale progetto, 6 euro!!!


colonna sonora:  http://bukeandgass.bandcamp.com/album/-


lunedì 10 dicembre 2012

a proposito del mais che cresce, e dell'assedio degli possums

il mais seminato un mesetto fa cresce molto bene (queste foto sono di un a settimana fa), la posizione sembra ottima e sto cercando di bagnare le piante ogni 2 o 3 gg.



intanto abbiamo avuto i primi attacchi voraci da parte degli possum, graziosi animaletti notturni simili a castorini, che amano mangiare foglie e piantuzze.
al momento ci hanno mangiato praticamente tutto il prezzemolo, il basilico che era appena spuntato, una piantina giovane di peperoncino, e quasi tutte le piante di pomodoro e kale.
praticamente un disastro.
se prendiamo il tutto con un po di filosofia, diciamo che e' meglio sapere ora che alcune paintine spariscono, piuttosto che tra qualche mese, quando le piante sarebbero state annaffiate ed accudite...

mi sto preparando per costruire delle gabbie modulari, tipo 80cmx120cm.120cm +/-, in cui poter proteggere le piantuze.
comincero' con un paio di gabbie con telaio in legno (o pvc) ricoperte di rete, e vedremo se funzionano.

qualcuno mi ha detto che contro gli attacchi da possums si puo' fare un the con del peperoncino, lasciare raffreddare e spruzzare questo liquido sulle piante.
un altro metodo per tenere lontano possum e insetti sarebbe quello di fare col tritatutto un pure' di 2 spicchi d'aglio e 1 cipolla, mettere in ammollo in 1L di acqua calda, raffreddare, filtrare e spruzzare.

insomma, provero' un po di tutto.


domenica 2 dicembre 2012

hai fatto la carciofata

settimana scorsa la nostra ormai ex coinquilina ci ha portato il raccolto dei nostri carciofi che abbiamo seminato all'altro ortoinsorto.
 piantuzze cresciute in vaso da semini, poi trapiantate vicino al bidone del compost, in un tempo indefinito nel passato all'incirca un anno fa (o forse gia' due?).

ecco il raccolto:


una quindicina di carciofi da tre mega piantuzze.
i due carciofi piu'grandi sono stati raccolti un po troppo tardi, all'interno erano pieni di "fili", quindi troppo asciutti ed immangiabili, ma tutto il resto hey, ottimo!!!!!!

li ho cucinati con patate e cipolle, una veloce rosolata con aglio ed un mezzo bicchiere di vino blanco, poi abbassato il fuoco, aggiunto del brodo, coperto e lasciato andare per mezzora, prezzemolo, sale e pepe.
servito con pane tostato e bruschettato con aglio e peperoncino, ed una bella insalata mista. 
e chi ci ferma piu'.

martedì 27 novembre 2012

SITUAZIONE NELL'ORTO (emisfero nord)

Si apre ufficialmente il periodo di riposo nell'orto. La stagione fredda  si sta avvicinando , lasciamo quindi riposare il terreno per qualche mese. Ci sono ancora verdure da raccogliere: alcune come porri e cavoli  danno una buona resistenza e non hanno bisogno di coperture. Sotto serra abbiamo messo insalate da raccogliere fino a gennaio e insalate da taglio che saranno  pronte a marzo. Per l'inizio della prossima primavera abbiamo gia seminato spinaci e per l'estate a dimora ci sono gia' piantine di fave , cipolle e aglio. Sparsi nell'orto ci sono finocchi, cicoria catalogna, biete da consumare prima che arrivi il gelo.  Per le prossime semine protette ci aggiorniamo a fine gennaio con peperoni e melanzane. Nel frattempo ci gustiamo i prodotti estivi che abbiamo conservato in dispensa. Buon riposo autunnale a tutti.

lunedì 19 novembre 2012

orto urbano, piantine varie giro nuovo

...continua la trasformazione da giardinetto medio inutile ad orto urbano: 

piantuzze di mais cresciute da seme in questa settimana  altro mais che si fa largo tra la paciamatura ormai secca

rucola o pak choi? non mi ricordo, vabbeh vedremo

girasole, questo son sicuro

pomodori trapiantati a dimora

pomodori


cozzaglia di pomodori, zucchine e prezzemolo
.


zona 1, vicino alla cucina, le erbe, da sinistra in senso orario, basilico selvatico, salvia, prezzemolo, rosmarino, aglio, basilico, altro prezzemolo, chili, coriandolo, erba cipollina, + dei carciofi al momento in vaso


domenica 18 novembre 2012

(nuovo) orto insorto di fau', all'inizio dell'inizio dell'inizio

trasformazione da giardinetto medio borghese....

ad orticello urbano...

usando rami, erba, e quantaltro per paciamatura 

.....orto urbano alla riscossa!!!

[...]

vabbeh al momento non c'e 'molto da vedere in queste foto, a parte paciamatura fresca fatta con tutto quello che trovavo in giro....
 pero' con la pioggia dell'ultima settimana alcuni semini stanno gia' spuntando, inoltre la maggior parte delle piantine che ho trapiantato sembrano passarsela bene.

quest'anno puntiamo su cose minime tipo peperoncino, pomodori, insalata, kale, mais, girasole , e zucche.
e poi ovviamente in vaso vicino alla cucina tutte le erbe base tipo basilico, prezzemolo, salvia, coriandolo, erba cipollina...

settimana scorsa ho anche girato per il giardinetto con paletta e manciata di semi misti (mais, girasole e zucca) e piantato in giro praticamente piu' o meno a caso e piu' o meno a sentimento, cosi' da testare quale posizione e tipo di suolo saranno piu' adatte ad una coltivazione un po piu' massiccia per la stagione prossima.

ho scelto questi tre semi "pionieri" (mais, girasole e zucca) perche' normalmente sono piante molto riconoscibili sin da piccine, e normalmente non richiedono alcuna "manuntenzione", eccetto acqua e sole.
inoltre queste tre piante non si intralceranno a vicenda qualora dovessero con successo crescere una accanto all'altra.

c'e' ancora taaanto da fare, pero' da qualche parte si doveva pure cominciare.

martedì 23 ottobre 2012

lunedì 22 ottobre 2012

RACCOLTO DI OGGI

Autunno ancora caldo. Dopo la messa a dimora  di cipolle e aglio e la semina di fave, si raccoglie : cavoli cappuccio, finocchi, insalate, porri, cime di rapa, broccoletti,Coste, verze e Kiwi.

giovedì 18 ottobre 2012

Orto Insorto di Fau' cambia indirizzo

dai primi di novembre l'orto insorto urbano di Fau' passera' in completa gestione alla nostra coinquilina, che poi e' la persona che inizio' a coltivare nel giardinetto sul retro della casa circa 4 anni fa.

al momento questo orto, grazie ad un inverno mite ed una primavera molto stabile, ha abbondanza di fave, cipollotti, insalate varie, kale (buonissima quest'anno), rucola, ed alcuni pomodori.
in crescita abbiamo fagioli di vario tipo, porri, ancora kale, carciofo (giusto uno ma ne siamo fieri!), cetrioli, pomodori, mais, peperoncino, basilico, zucchine e zucche.
lasciamo alla spalle anche due galline che ci fanno un sacco di compagnia, che ci danno circa 2 uova al giorno, che ci fanno ridere, che mangiano tutti gli avanzi della cucina, e che cacano alla grande del concime usabile per l'orto stesso.
un orto che e' stato molte volte terapia antistress (anche se lui non lo sa), che e' stato un ottimo terreno di pratica ed apprendimento, che ci ha dato molto cibo, che ci ha salvato in calcio d'angolo molte volte quando non sapevamo cosa cucinare ed il frigorifero era in sciopero sindacale...
un orto che e' stato ganzo anche solo a starci seduti il pomeriggio a guardarne le forme ed i colori.

io e sarah traslocheremo i primi di novembre, in una casa che ha sicuramente delle potenzialita', ma al momento nessun orto attivo, percui sara' una bella scommessa cercare di coltivare qualcosa praticamente da zero.

come primo esperimento cercheremo di portarci una 20ina di piantine a bassa manutenzione (kale, zucche, peperoncino, insalata,...) e semini vari di roba estiva da piantare qua e' la, per testare un po il terreno, per capire un po dove possiamo provare a coltivare, per capire come organizzare l'orto, e per capire se gli animaluzzi locali ce lo permetteranno (vedi wiki alla voce "possum").

avremo un bidone del compost da usare nei nostri primi esperimenti per nutrire un po il terreno.
non intendiamo usare nessun concime chimico, o super rivitalizzante o supervitaminico che dirsivoglia, per quel tipo di ortaggi e' sufficente andare in un qualsiasi supermercato.

dovremo comprarci gli attrezzi base da giardinaggio perche' al momento abbiamo sempre usato quelli che erano disponibili nella casa coi coinquilini.

...lasciamo un orto urbano per cominciarne un altro.

martedì 25 settembre 2012

ZUPPA DI CIPOLLE

Tagliate delle cipolle (7 per due persone) e fatele soffriggere leggermente. Preparate il brodo e continuate la cottura per una mezz'ora. Aggiungete 2 cucchiai di farina e lasciate sul fuoco per altri 15 minuti. Servite con delle fette di pane tostato o dei crostini; aggiungete del pepe e se vi va del formaggio e il gioco e' fatto.

SITUAZIONE DELL'ORTO AUTUNNALE


giovedì 20 settembre 2012

SEMINE DI OTTOBRE 2012 (emisfero nord)

Ecco la programmazione delle semine del mese di Ottobre di ortoinsorto.


SEMINE

Ad inizio mese  potete seminare : cicorino e cicoria zuccherina (resistono al freddo e si raccolgono ad Aprile)

verso meta' Ottobre : spinaci e piselli ( anche questi non si devono coprire, i piselli sono piu' delicati e sara' necessario una nuova semina a Marzo dove non e' cresciuta nessuna pianta)

 Da fine Ottobre ad inizio Novembre : aglio, cipolle, fave

TRAPIANTI

potete trapiantare insalate invernali da coprire appena arriva  il freddo
- ad inizio ottobre si possono trapiantare ancora i finocchi


venerdì 31 agosto 2012

CRAUTI

Per chi vuole cucinare in modo veloce un piatto di crauti ecco di seguito la ricetta. Per i veri crauti bisogna avere un po' più di tempo, ma presto proverò a cucinarli anche nel modo tradizionale.


Pulite e tagliate a listarelle fini il cavolo cappuccio. Mettetelo a mollo per una mezz'ora in un ampio recipiente . Preparate sul fuoco del soffritto di cipolla e aggiungete sale, pepe in grani, bacche di ginepro e alloro. Scolate il cavolo e mettetelo nella pentola e aggiungete dell'aceto bianco. Coprite con un coperchio e fate cuocere a fiamma bassa.  Aggiungete brodo alla cottura.

vedi anche: http://ortoinsorto.blogspot.it/2011/10/crauti-alla-milanesa.html

martedì 28 agosto 2012

SEMINE DI SETTEMBRE 2012 (emisfero nord)

fino al 30 agosto in LUNA CRESCENTE
SEMINE : rapanelli, biete da taglio

dall' 1 al 15 settembre in LUNA CALANTE
SEMINE: insalate invernali, cicoria rossa, radicchio, cime di rapa,


TRAPIANTI: finocchi, insalate, cicoria puntarelle, cavoli, biete da costa




venerdì 24 agosto 2012

PRIMO RADUNO INTERNAZIONALE ORTOINSORTO-first international ortoinsorto convention

a fine luglio di questo anno i 2 maggiori esponenti ed attivisti del gruppo blog ortoinsorto si sono riuniti per discutere di alcuni progetti di coltivazione biologica non intensiva, scambiarsi idee, enunciare il tradizionale "al me tumatis le puse' gros del to'"e scroccarsi trucchetti a vicenda.

l'incontro si e' tenuto presso l'orto insorto di max, con la presenza del sottoscritto fau', di max, sarah in qualita' di fotografa ufficiale, ed anna come organizzatrice dell'evento medesimo.


qui la stretta di mano storica tra i due colossi del mondo dell'orticoltura faidate' bio


qui durante un attimo di tregua tra conferenze stampa e meeting ufficiali

SEMINA DI AGOSTO / E SUD

questa settimana ho seminato in vaso (con "!" specifico semi raccolti da noi da annata precedente):

-fagioli !  (mix vario, lunghi, corti, bianchi, marroni, cicciottelli, piccini, extra large...)
-sedano !
-peperoncino !
-mais !
-broccoli !
-pomodori
-barbabietola

inoltre ho fatto un po di pulizia e accatastato parecchie piante vecchie e rinsecchite, rami di alberi, foglie, cespugli di marigold...il tutto da usare tra un paio di settimane per piaciamatura.

le piante delle fave sono ormai alte circa 1.5mt e stanno fiorendo.

6 delle 8 piantine di pomodori sono sopravvissute all'inverno!!
ho proceduto con legatura a bastoncini per tenerle dritte.

attorno ai porri e cipollotti ho aggiunto una montagnetta di terra e compost per sostenere la piantina ed aumentare "la parte bianca" (tecnica scroccata da max).

martedì 14 agosto 2012

CREME DI MELANZANE


CREMA DI MELANZANE

Spuntate le melanzane (quelle viola) da entrambi i lati e lavatele, tagliatele a metà nel senso della lunghezza. Bucherellate le melanzane e riponetele su una teglia ricoperta di carta forno. 
Infornate a 180 C per 60 minuti circa  fin quando le melanzane non diventano morbide. Sfornate e con un cucchiaio togliete la polpa delle melanzane. Disponete la polpa nel frullatore, aggiungete l’aglio  e riducete tutto in purea,  aggiungete quindi l’olio e regolate di sale. A questo punto potete unire del formaggio oppure il succo di mezzo limone. Per entrambi le versioni unite del prezzemolo, del basilico oppure della menta.

BABAGANOUSH

    •    3 melanzane
    •    4 cucchiai di tahina
    •    2 spicchi d’aglio
    •    il succo di 1 limone grande
    •    1 cucchiaino raso di sale
    •    1/2 cucchiaio di olio extravergine d’oliva

Dopo aver cotto le melanzane in forno procedete in questo modo:

Mettete in una ciotola l’aglio già tritato, la tahina e il limone, poi aggiungete la polpa della melanzana e schiacciate il tutto con una forchetta. 
Unite  l’olio e poi in ultimo mettere il sale. Servite  con  abbondante prezzemolo e una spolverata di paprika .

AMICI DELL'ORTO (si fa per dire)


RACCOLTO D'AGOSTO


RACCOLTO DEL MESE : Basilico, Cetrioli, Pomodori, Cavoli cappuccio, Zucchine, Peperoni, Melanzane, Rucola, Uva, Fichi, Nocciole, More

sabato 4 agosto 2012

UE E LA DITTATURA DELLE SEMENTI

... Con sentenza del 12 luglio, la Corte di Giustizia della UE ha confermato il divieto di commercializzare le sementi delle varietà tradizionali e diversificate che non sono iscritte nel catalogo ufficiale europeo.

per saperne di piu'   http://ambientebio.it/ue-e-la-dittatura-delle-sementi/

venerdì 3 agosto 2012

Orto urbano invernale! / e sud


...dopo una bella ripulita da erbacce e giungla varia l'orticello invernale e' di nuovo presentabile per un po di foto.
da sinistra: 
-fave piantate ad inizio aprile circa
-fave piantate ad inizio maggio circa
-porri
-cipollotti
-pomodori (!!! questo e' stato un errore, intendevo piantare spinaci ma devo aver sbagliato i semuzzi.. vabbeh vediamo se resistono!!)
/

stessa foto, porri e cipollotti piu' in dettaglio

pomodori...invernali.... chissa'
/
terzo scaglione di fave! queste piantate a meta giugno.
la scaglionatura delle semine tra aprile/maggio/giugno dovrebbe garantirci una quantita di fave per un periodo piu' lungo (anziche' tutto e tuttassieme)
/

2 galline e kale in quantita'.
le foglie basse piu' dure e un po rovinate dalle lumachine vengono usate per le galline. 
/


l'uovo delle 10 del mattino!!
dritto in padella
//

venerdì 27 luglio 2012

CONSERVAZIONE SEMI


"Se non esistessero le Reti dei Seed Savers, gli scambi di semi e le banche locali dei semi, noi coltivatori avremmo perso la maggior parte dei semi ottenuti dai nostri antenati, principalmente donne e coltivatori anziani. Molti di noi ricordano il vaso dei semi della nostra nonna e i cartocci di baccelli di semi messi ad asciugare in cucina....Costituisce pubblico scandalo che questi semi siano stati ora brevettati o sottoposti a controlli legali da parte di politici o avvocati che non hanno alcun interesse nei semi. È inoltre scandaloso che le grandi multinazionali abbiano acquisito il controllo delle più importanti piante alimentari tramite il brevetto dei semi. In assenza di coltivatori familiari appassionati i semi dei nostri principali alimenti non potrebbero esistere: sono sicuri solamente nelle mani di persone che li salvano, li coltivano e ne mangiano i frutti..."


SEMI IBRIDI


Tecnicamente, l’ibridazione consiste nell’incrocio di due varietà molto differenti fra loro. Il risultato è una varietà ibrida che possiede dei tratti derivati da entrambi i genitori, che possono essere vantaggiosi per la nuova varietà ibrida
La pianta ibrida mostrerà spesso il cosiddetto ‘vigore ibrido’: un misto di qualità che le consentiranno di crescere con più successo di ciascuno dei genitori. Tuttavia tale vigore ibrido si riduce nelle generazioni successive.
La loro progenie con una combinazione di caratteristiche desiderate viene chiamata F1 (prima filiazione).
Purtroppo la generazione di semi successiva a F1, la generazione F2, non mostra necessariamente le caratteristiche selezionate e generalmente produce un miscuglio molto vario di discendenti, ovvero, regredisce allo stato de suoi sparuti progenitori, con tanto di caratteristiche congenite. In alcuni casi il seme della generazione F2 non germoglia affatto.


CONSERVAZIONE DEL SEME

Si dovrà decidere quali siano le piante più adatte da portare a seme tra quelle presenti nell'orto.

PULITURA (pomodori, meloni,  cetrioli e le zucche.)Togliete i semi dalla polpa e metteteli in un contenitore largo pieno d’acqua e scuoteteli vigorosamente. Raccogliete i semi con un setaccio, e fate scorrere l’acqua sopra di essi per rimuovere tutti i piccoli frammenti di polpa. A questo punto i semi puliti hanno solo bisogno di essere asciugati su di un piatto o su carta pergamenata per dieci giorni circa, e poi etichettati.

PULITURA A SECCO ( fagioli ravanello, lattuga, carota, cipolla, barbabietola...) viene usata per semi che maturano in un ricettacolo asciutto
Lasciate che i semi si asciughino sulla stessa pianta che li produce. Se il tempo dovesse volgere verso la pioggia, si può togliere dal terreno l’intera pianta non appena i baccelli sono diventati di colore marrone, appendendola ad asciugare sotto una tettoia o la veranda di casa.
Le capsule secche possono essere raccolte individualmente man a mano che sono pronte sulla pianta. Possono poi venire scosse e schiacciate con delicatezza e spulate.


È necessario prestare grande attenzione all’essiccazione dei semi. Essi vengono facilmente rovinati se sono troppo umidi al momento della conservazione.



tratto dal manuale dei seed savers

sabato 7 luglio 2012

CAROTE AL MIELE E MANDORLE

500 g di carote
1 cucchiaio di miele millefiori
1 cucchiaio di aceto di vino bianco
1 spicchio d'aglio
1 cucchiaio di mandorle sfilettate
timo
olio
sale

Lavate le carote e tagliatele a rondelle fini.
Stemperate il miele con l'aceto.
In una casseruola scaldate l'olio insieme con l'aglio, aggiungete le carote, cospargete con le foglie di timo e spruzzate la miscela di aceto e miele. Salate, mescolate bene e lasciate cuocere per circa 15 minuti a fiamma bassa e recipiente coperto.
A cottura ultimata, cospargete con le mandorle.


ABBONDANZA DI MESSI

 

            
             "Nel mio stato Governerei eseguendo tutto contrariamente agli usi. Non ammetterei nessun genere di commercio
                ...Tutto in comune...Dev'essere la Natura a produrre, senza fatica o sudore... La Natura dev’essere a offrire, spontaneamente, abbondanza di messi e ogni bene, con cui nutrire il mio popolo innocente..."
                 (GONZALO atto 2 scena 1. "LA TEMPESTA di W. Shakespeare)

giovedì 5 luglio 2012

SITUAZIONE NELL'ORTO LUGLIO 2012 - SEMINE





SEMINE LUGLIO 2012  In questo mese mi limito a seminare: CAVOLI, FINOCCHIO, INSALATE (cicorie e canasta), PUNTARELLE, FAGIOLINI, ZUCCHINE

RACCOLTO  In Luglio l'orto e' in abbondante produzione di : pomodori, insalate, cetrioli, zucchine, fagiolini, carote, aglio, cipolle, melanzane, peperoni, biete da costa, cicoria catalogna, basilico, prugne, more

mercoledì 4 luglio 2012

BORRETTANE SOTT'ACETO in agrodolce

1 kg. Cipolline
Un cucchiaio chiodi garofano
Qualche rametto di timo o di maggiorana
2 foglie d'alloro
1 litro circa d'aceto rosso o bianco,
pepe Nero
1 pizzico di sale
50 gr di zucchero


1 - Mondate e lavate le cipolline, poi immergete un attimo in acqua bollente, fatele scolare ed eliminate i primi strati esterni.

2 - Mettete in un tegame l'aceto con i chiodi di garofano, l'alloro, il timo e un cucchiaio di grani di pepe nero, lo zucchero e fate bollire per un minuto finche lo zucchero non si sara' sciolto. Aggiungete le cipolline e lasciatele cuocere per 2- 3 minuti.

3- Prelevate le cipolline dal liquido di cottura e sistematele nei vasi avendo cura di serrarle bene all'interno. Colmate con il liquido bollente, richiudete i vasi, capovolgeteli e lasciateli in questa posizione per 10 minuti.

Lasciate riposare le cipolline in un luogo buio, fresco e asciutto per un mese circa prima di consumarle.
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...